Challenge Fotografico 2017

Torna il concorso fotografico sui tappeti di segatura

unnamed.jpg

In palio premi e la pubblicazione nel manifesto ufficiale 2018

Torna, anche per l’edizione 2017, il concorso Instagram sui tappeti di segatura. In palio macchine fotografiche, soggiorni all-inclusive, pranzi sul mare e cinema gratis. E la possibilità di vedere il proprio scatto pubblicato sul manifesto ufficiale del prossimo anno. E’ stato nel 2016 che l’associazione tappeti di segatura di Camaiore ha deciso di ‘lanciarsi’ sui social, aprendo una pagina Facebook e un profilo Instagram per fornire spunti e indicazioni per residenti e turisti durante tutto l’anno. Lo scorso anno fu avviato anche il concorso su Instagram che per essere una prima edizione ha riscosso grande successo: oltre 560 scatti pervenuti nel giro di 2 giorni.

E il challenge torna anche per il 2017. Partecipare al concorso è semplice e ovviamente gratuito. Dalle 12 del 17 giugno alle 12 del 18 giugno ogni titolare di account pubblico su Instagram può postare fino ad un massimo di 5 foto, seguendo l’account ufficiale della manifestazione (@tappetidisegatura) e utilizzando l’hashtag #tappetidisegatura2017 e la menzione @tappetidisegatura. Le foto dovranno essere attinenti alla manifestazione e dovranno seguire il tema prescelto: “Immortala l’effimero: il tappeto di segatura è un’opera d’arte destinata ad emozionare ma ad essere distrutta in poche ore, catturala!”

In palio non solo premi materiali, ma anche la possibilità di vedere il proprio scatto nel manifesto ufficiale dei tappeti di segatura 2018 (lo scatto rappresentato nel manifesto di quest’anno è proprio la foto vincitrice del concorso del 2016, fatta da Marco Raffaelli).

A manifestazione conclusa una giuria composta da giornalisti selezionerà e voterà le foto partecipanti al concorso, per definire il vincitore. Cinque i premi in palio per questo challenge:

1° Premio. Polaroid Instax modello Polaroid 300 (offerto da Foto Claudia Camaiore)

2° Premio – Una notte per 2 persone presso Hotel Il Giardino di Lido di Camaiore

3° Premio – Giornata in piscina panoramica per 2 persone con aperitivo di benvenuto a Lido di Camaiore (offerto da ABC di Lido di Camaiore)

4° Premio – Pranzo per 2 persone sul mare (offerto da Bagni Panoramic di Lido)

5° Premio – 2 biglietti omaggio per il Cinema Borsalino di Camaiore

I Vincitori saranno avvisati dall’Organizzatore con messaggio privato su Instagram entro il 24 giugno. La premiazione è prevista per il 1 luglio in Municipio a Camaiore.

Regolamento contest ig #tappetidisegatura2017

 

Annunci

Greenaway

Nato nel 1995 da una costola del gruppo F.P.Lombricese, si contraddistingue subito per l’originalità sia nei temi affrontati che nelle tecniche d’esecuzione. Al primo anno scoppia il botto, il tappeto AIDS suscita subito polemiche ed applausi, dividendo la popolazione tra tradizionalisti ed innovatori.

Lo stile che li caratterizza è un mix tra fumetto, musica e grafica pubblicitaria, un insieme di versi e figure, di slogan e illustrazioni che rimandano all’immaginario collettivo. Nel corso degli anni il gruppo ha affrontato temi di stretta attualità, quali: la guerra, il razzismo, la pena di morte provocando sempre reazioni contrastanti ma cercando comunque di rinnovare la manifestazione.

Dopo aver avuto un profondo rinnovamento all’interno del gruppo, Massimiliano Turba (il fondatore) ha in parte cambiato indirizzo, prima utilizzando lo stesso stile grafico ha dato vita al periodo romantico, con la trasposizione in immagini di poesie o canzoni; quindi passando all’astratto, rivoluzionando totalmente i loro lavori precedenti.

Difficile non accorgersi di loro, troppo diversi dagli altri per restare anonimi.

Vincitori Challenge Fotografico

Premiati i vincitori del contest #TappetidiSegatura2016 su Instagram

Si sono svolte stamani, in municipio a Camaiore, le premiazione del contest che ha visto partecipare oltre 550 fotografie nelle poco più di 48 ore di apertura del concorso #tappetidisegutura2016, organizzato assieme a IgersLucca e VersiliaToday. Ad avere la meglio su tutte le altre e a colpire la giuria (composta dal fotografo Douglas Duncan, dal sindaco Alessandro del Dotto e dall’architetto Stefano Viviani), è stata una bella foto che ritraeva, ripreso dal basso, un tappeto nel momento in cui viene scoperto e separato dallo stampo di legno. Questa immagine apparirà anche nel manifesto ufficiale dell’edizione 2017 dei Tappeti di Segatura.

E’ un camaiorese doc, Marco Raffaelli, a vincere il primo premio del primo challenge fotografico lanciato su Instagram dall’associazione Tappeti di Segatura di Camaiore. E’ stato Raffaelli quindi ad aggiudicarsi la Canon EOS 1300D da 18 megapixel con obiettivo 18-55 stabilizzato offerta da Foto Claudia Camaiore.

Challenge Fotografico Instagram

LOGO bordeaux3I tappeti di segatura diventano ‘social’
Concorso fotografico su Instagram per l’edizione 2016

In giuria anche il fotografo americano David Douglas Duncan

I tappeti di segatura di Camaiore (Lucca) si fanno social e lanciano un challenge fotografico. Grandi novità accompagnano l’edizione 2016 dei tappeti di segatura di scena in centro storico la notte di sabato 28 maggio e la mattina di domenica 29 maggio.

La tradizione centenaria si rinnova, e punta sui social network. Per la prima volta – grazie ad uno sforzo organizzativo ed economico dell’associazione Tappeti di Segatura – la caratteristica manifestazione che accompagna il Corpus Domini avrà un riscontro social. Da qualche settimana infatti è attiva la nuova pagina Facebook dell’associazione, con foto, notizie e curiosità sulla manifestazione. Si trova all’indirizzo https://www.facebook.com/tappetidisegatura/

In contemporanea i tappeti di pula si affacciano anche su Instagram. Un profilo ben curato con foto storiche e indicazioni utili per i turisti – all’indirizzo https://www.instagram.com/tappetidisegatura/ – che sarà sviluppato ulteriormente con l’edizione 2016. A breve inoltre l’associazione punterà anche su altri social, con l’obiettivo di arrivare a sempre più persone e potenziali turisti, come Twitter, Google+ e Pinterest.

Queste novità social saranno accompagnate da un concorso, un challenge fotografico con partecipazione gratuita e ricchi premi messi in palio, grazie anche alla partecipazione di IgersLucca e di VersiliaToday.it.

Tra il 28 e il 30 maggio infatti sarà possibile pubblicare, sul proprio profilo Instagram, uno o più scatti dei tappeti di quest’anno, con l’hashtag #tappetidisegatura2016. A giudicare le foto sarà una giuria composta dal fotografo americano David Douglas Duncan, dal sindaco di Camaiore Alessandro del Dotto e dall’architetto Stefano Viviani.

In palio, per il vincitore, una Fotocamera Canon EOS 1300D da 18 megapixel con obiettivo 18-55 stabilizzato offerta da Foto Claudia Camaiore. Ricco riconoscimento anche per il secondo classificato, con una notte per due persone in un hotel a tre stelle sul lungomare di Lido di Camaiore. In palio anche bracciali, cene in centro a Camaiore e bottiglie di vino. Il tutto messo a disposizione dell’associazione albergatori, balneari e commercianti di Lido di Camaiore, dal centro commerciale naturale di Camaiore e da Foto Claudia Camaiore.

La foto da primo premio sarà inserita anche nel manifesto ufficiali dei Tappeti di Segatura 2017.

Qui sotto puoi scaricare il regolamento per partecipare.

regolamento premio fotografico tappetidisegatura2016

Palinsesto

Nato nel 1995 per volontà di Rino Mancini e Claudio Marchetti,e subito si impone vincendo.Il loro modo di trattare i temi religiosi alternandoli a moderne geometrie, piace al pubblico e alla critica che li inserisce tra i nuovi protagonisti della tradizione camaiorese.
Nelle loro opere hanno affrontato tematiche quali la carità inpersonificata da Madre Teresa, le differenze religiose rappresentate dalla Torre di Babele, o la pace nel mondo ripresa da una poesia di una bambina israeliana. Si sono contraddistinti utilizzando colori sgargianti e decorazioni originali. Eccezion fatta per l’omaggio a Escher e alla sua metamorfosi, in rigoroso ed efficace bianco e nero.
Da allora sono numerosi i riconoscimenti che il gruppo riceve a Camaiore,senza dimenticare che hanno realizzato diversi tappeti a tema in altre località italiane. Proprio in virtù di questa attività parallela hanno collaborato con artisti di fama internazionale, per opere d’arte.

 

La Torre

Nato agli inizi degli anni ’80 da un gruppo di amici, tra i quali spicca Pier Paolo Dinelli vero deus ex machina del gruppo e profondo conoscitore delle tradizioni camaioresi.
Il loro stile è inconfondibile, delicati intarsi e complessi motivi decorativi sono accompagnati da grandi immagini religiose, che si rifanno soprattutto alle splendide vetrate delle chiese italiane ed europee.Inoltre c’è sempre una grande attenzione per i colori, opportunamente dosati, riescono a creare effetti cromatici davvero insperati.
Tra tutti i tappeti realizzati vanno sicuramente menzionate le splendide vetrate de “Gli Evangelisti” e il tappeto del 1996, ”Verso il Giubileo-La via Francigena”.

E’ il gruppo che da sempre riscuote più successo sia tra il pubblico che tra i critici che in questi anni si sono avvicendati nelle varie giurie di merito. Oltre a vincere numerose volte è stato anche chiamato per rappresentare Camaiore nei vari gemellaggi italiani ed esteri.

Fuori Porta Lombricese

Nato nel 1981, al Bar Danilo, dall’incontro Alfonso Turba e Paolo Della Latta, e al gruppo di amici che si è unito a loro.

Agli inizi il loro stile è caratterizzato dalla tradizione, i loro lavori sono una riproduzione del classico tappeto di casa, floreale o geometrico, con una grande immagine religiosa posta al centro o al termine del tappeto.
Tra i vari tappeti realizzati si distingue quello del 1987, una perfetta riproduzione di un tappeto persiano rosso con la Moltiplicazione dei pani e dei pesci, come figura finale. Un capolavoro a detta di molti, basti pensare che per fare solo un quadro ci volevano ben 14 stampi.

Negli anni però c’è stata un’evoluzione, grazie alla contaminazione delle nuove generazioni, e sebbene ci sia ancora un richiamo alla tradizione il loro stile si è fatto più moderno e sperimentale. Adesso il gruppo è gestito dai figli di Turba, che portano avanti la tradizione alternando motivi decorativi a figure di forte impatto cromatico.