Greenaway

Nato nel 1995 da una costola del gruppo F.P.Lombricese, si contraddistingue subito per l’originalità sia nei temi affrontati che nelle tecniche d’esecuzione. Al primo anno scoppia il botto, il tappeto AIDS suscita subito polemiche ed applausi, dividendo la popolazione tra tradizionalisti ed innovatori.

Lo stile che li caratterizza è un mix tra fumetto, musica e grafica pubblicitaria, un insieme di versi e figure, di slogan e illustrazioni che rimandano all’immaginario collettivo. Nel corso degli anni il gruppo ha affrontato temi di stretta attualità, quali: la guerra, il razzismo, la pena di morte provocando sempre reazioni contrastanti ma cercando comunque di rinnovare la manifestazione.

Dopo aver avuto un profondo rinnovamento all’interno del gruppo, Massimiliano Turba (il fondatore) ha in parte cambiato indirizzo, prima utilizzando lo stesso stile grafico ha dato vita al periodo romantico, con la trasposizione in immagini di poesie o canzoni; quindi passando all’astratto, rivoluzionando totalmente i loro lavori precedenti.

Difficile non accorgersi di loro, troppo diversi dagli altri per restare anonimi.

Vincitori Challenge Fotografico

Premiati i vincitori del contest #TappetidiSegatura2016 su Instagram

Si sono svolte stamani, in municipio a Camaiore, le premiazione del contest che ha visto partecipare oltre 550 fotografie nelle poco più di 48 ore di apertura del concorso #tappetidisegutura2016, organizzato assieme a IgersLucca e VersiliaToday. Ad avere la meglio su tutte le altre e a colpire la giuria (composta dal fotografo Douglas Duncan, dal sindaco Alessandro del Dotto e dall’architetto Stefano Viviani), è stata una bella foto che ritraeva, ripreso dal basso, un tappeto nel momento in cui viene scoperto e separato dallo stampo di legno. Questa immagine apparirà anche nel manifesto ufficiale dell’edizione 2017 dei Tappeti di Segatura.

E’ un camaiorese doc, Marco Raffaelli, a vincere il primo premio del primo challenge fotografico lanciato su Instagram dall’associazione Tappeti di Segatura di Camaiore. E’ stato Raffaelli quindi ad aggiudicarsi la Canon EOS 1300D da 18 megapixel con obiettivo 18-55 stabilizzato offerta da Foto Claudia Camaiore.